Edemi arti inferiori (flebiti, edemi vascolari, stasi venose e linfatiche, elefantiasi)

L’edema è un accumulo di liquidi negli spazi interstiziali dell’organismo. Il sintomo più evidente di questa condizione è il gonfiore che, come tutti sanno, caratterizza diverse patologie.

Quando rimaniamo in piedi per lungo tempo i piedi si gonfiano. Stare in piedi implica infatti un aumento della pressione venosa (la gravità ostacola il ritorno del sangue dagli arti inferiori al cuore). A causa di questo aumento pressorio, tutto il capillare tende a filtrare, sia all’estremità venosa che a quella arteriosa, manca il riassorbimento e ciò causa l’accumulo di liquidi (edema). Analogo discorso se una vena è occlusa da un trombo (flebite): il sangue non riesce a passare, la pressione venosa aumenta, il capillare riassorbe con difficoltà, si accumula liquido nello spazio interstiziale e si forma l’edema.
Un inadeguato drenaggio linfatico, il diabete, uno scorretto stile di vita, possono essere a loro volta responsabili di edemi e gonfiori.

Orthom Group: bendaggi funzionali e calze elasto-compressive preventive o terapeutiche.

Written by gosrl

Leave a Comment